Tel: 075 5051704 - Fax: 178 2206856 - segreteria@ipassnet.it

Progetto ACCFA

Applicazione delle Celle a Combustibile nelle Filiere Agroalimentari (ACCFA)

Il Consorzio IPASS Scarl, è stato ammesso al finanziamento per il Progetto “Applicazione delle Celle a Combustibile nelle Filiere Agroalimentari”, approvato con D.M. 135/7303/2004 del 01 Aprile 2004 dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

•Ente Proponente capofila del progetto: CIRIAF – Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento da Agenti Fisici Atmosferici
Altri partners:
•FN S.p.a. – Nuove Tecnologie e Servizi Avanzati
•Consorzio IPASS Scarl
•Azienda agroalimentare Parco dei Lecci

Il progetto si è proposto di studiare e progettare un impianto pilota sperimentale che integra la tecnologia delle celle combustibile a carbonati fusi con quella delle macchine ad assorbimento in modo da soddisfare gli eterogenei fabbisogni energetici.

La ricerca ha previsto uno studio iniziale volto alla caratterizzazione dei fabbisogni energetici delle diverse tipologie di filiere agroalimentari; infatti, al variare della tipologia di filiera (settore ortofrutticolo, vitivinicolo, zootecnia lattiero caseario, etc.), diversi sono i fabbisogni energetici sia per tipologia dell’energia richiesta (elettrica, termica, frigorifera, combinazione delle suddette) che per la distribuzione temporale dei carichi energetici delle varie utenze.

Sulla base del suddetto studio è stato sviluppato un modello matematico che consente di prevedere l’andamento temporale dei fabbisogni di energia termica ed elettrica di filiera in funzione della destinazione d’uso, della tipologia delle apparecchiature impiegate, delle dimensioni e della dislocazione geografica delle varie utenze.

E’ stato progettato uno stack con celle a carbonati fusi MCFC dimensionato ai fabbisogni elettrici di filiera e contemporaneamente adatto all’impiego integrato con macchine ad assorbimento.

La progettazione è stata completata da valutazioni sul ciclo di vita della cella, al fine di individuare i materiali ed i processi che minimizzino il costo energetico-ambientale.
In questo ambito si è studiata inoltre, la configurazione ottimale (contenimento degli ingombri e minimizzazione delle dispersioni termiche) del sistema circolazione gas e del sistema di recupero del calore sensibile.

Altro obiettivo del progetto è stato l’individuazione della tipologia della macchina ad assorbimento idonea all’integrazione con celle a combustibile a carbonati fusi.

Il software realizzato nella prima fase dello studio consentirà la simulazione in filiera del rendimento complessivo del sistema cella – macchina ad assorbimento.
E’stata prevista anche l’installazione di un sistema per il monitoraggio continuo dell’impianto, anche in remoto.

Obiettivo finale del progetto è stata la realizzazione dell’impianto pilota.

(INSERIRE FOTO CELLA ACCFA)

Qualità